Search
 

Author: Rocco Schifano

Rocco Schifano / Articles posted by Rocco Schifano

vita e morte

Vita e morte, due concetti che ricorrono spesso nelle mie considerazioni artistiche. Non può esservi l'una senza l'altra, sono imprescindibili. La nostra cultura ci ha portato a scindere le due realtà, a renderle antitetiche; ma esse si compenetrano. Ci aggrappiamo alla vita e siamo terrorizzati dalla morte. E più fuggiamo la morte, aggrappandoci alla vita e meno, paradossalmente viviamo. Considero queste due realtà danza di un' unico fluire; una sensuale danza che in ogni momento si crea tra vita e morte, e come due amanti, si nutrono a vicenda in un'amore profondo. E' questa base apparentemente vuota, buia che così tanto spaventa, sulla quale si poggia la...

amore per l’astratto

Amo l'arte astratta in genere. La pittura astratta mi dà la possibilità di riconnettermi con le antiche energie, forze misteriose e gentili che mi accarezzano e mi fanno sentire parte del tutto, dandomi forza. Considero la pittura astratta e tutta l'arte astratta un meraviglioso strumento di conoscenza che permette di viaggiare liberamente nei propri spazi interiori, svincolati da qualsiasi forma costrittiva, giudizio e costruzione mentale e perciò totalmente liberi di andare e sperimentare. Certo, dipingere un volto o un'intera figura, ad olio, costruendoli pian piano in senso classico, nel rispetto della forma oggettiva, in movimenti lenti, mi è sempre piaciuto. Sfumare il colore e sovrapponendo le giuste velature alla figura è sempre stato il mio forte. Cercare di far trasparire da un volto un profondo sentimento come un senso di quiete o un sottile velo di tristezza; oppure esprimere attraverso di esso una...

Il senso della mia Arte

Vivere in campagna attorniato dalla natura é più che una gradevole sensazione. C'è una certa connessione e ci si sente più aperti. Trovandomi a una cinquantina di metri dalla strada principale che collega Ceglie Messapica a Cisternino, e più in alto di poco meno di una decina di metri, sento anche i rumori delle auto o le voci dei ciclisti di passaggio e di qualche vicino. Ma solo un pò in lontananza ed è una cosa che non mi dispiace. Non mi piace sentirmi totalmente isolato, tranne che in qualche momento meditativo. Può accadere, anzi accade tantissime volte di fermarmi e ascoltarmi....

Rocco Schifano a lavoro

Amo muovermi liberamente

Non amo la maniera tradizionale di dipingere, cioè col supporto poggiato su un cavalletto ed io di fronte in piedi o seduto a stendervi su il colore: non mi si addice! Che bel senso di libertà osservare la tela o un pannello di legno dall'alto, in piedi. Libero di muovermi, di girargli attorno, osservandolo, muovendo il corpo in una sorta di sottile danza e dialogare con esso. E' un dialogo profondo. E' questo l'inizio del mio lavoro, parte essenziale di esso, indipendentemente se ho già o meno un'idea su quello che dovrò rappresentare. E poi, l'atto di buttarci su il colore dall'alto...